Protecziun da la patria, 2018
Acciaio Cor-Ten
∅120 cm
Lago di Lugano
Ispezione subacquea del sistema di ancoraggio al peso morto
Photo © Stefano Dondi
Photo © Davide Fontana
Photo © Stefano Dondi
Photo © Stefano Dondi
Photo © Stefano Dondi
Massimiliano Monaco, artificiere subacqueo e fotografo
Photo © Davide Fontana
Photo © Susy Albieri
Ispezione subacquea del peso morto
Photo © Stefano Dondi

Una mina nel Ceresio
La scultura galleggiante è una interpretazione di una mina navale, una grossa sfera munita di 22 urtanti collocati tra loro in posizione simmetrica. È una declinazione inoffensiva di un ordigno bellico in uso durante gli ultimi storici conflitti mondiali.
Il suo posizionamento in Svizzera, nazione neutrale e sede storica delle organizzazioni mondiali attive nella difesa della pace, solleva le controverse visioni contemporanee in merito alla difesa dell’integrità dei confini e le “libere” migrazioni degli uomini sulla Terra.
Da una prima superficiale percezione di allarme e pericolo si passa, dopo una più attenta osservazione, all'esorcizzazione del potenziale bellico a favore di una lettura antropomorfa ricollegabile alla rotondità della forma e al tranquillo beccheggio nel “mare chiuso”, il lago di Lugano.

Un backstage collettivo sul lavoro di Umberto Cavenago che galleggia sul lago di Lugano. In molti hanno contribuito con le riprese. Videoforart ci ha messo il montaggio.
Postproduzione Videoforart.it
Particolare degli urtanti
Opera installata in occasione della mostra "Mutazioni, in difesa della natura" a cura di Al Fadhil con Anna Radaelli. (9 settembre, 7 ottobre 2018) Maroggia, Switzerland
Posa in acqua della zavorra
Ispezione subacquea del peso morto
Photo © Stefano Dondi
Posa in acqua
Prova di galleggiamento in acqua dolce prima della collocazione
Molo di Melano, Switzerland
Produzione dei lamierati in Cor-Ten
Produzione dei lamierati in Cor-Ten

Leopoldo, 2019
Acciaio zincato, legno e monumento a Leopoldo II
Dimensioni del monumento
E la libertà mi sorregga, 2019
Acciaio zincato, legno e colonna del Marzocco di Pietrasanta
Dimensioni del monumento
Fremito commerciale, 2016
Motovibratore elettrico e carrello da spesa
100 × 60 × 90 cm
L'alcòva d'acciaio, 2014
Acciaio CorTen
380 × 220 × 420 cm

Google Arts & Culture

Ufficio di revisione antropica, con Giancarlo Norese, 2012
Materiali da ufficio presso la Galleria del Premio Suzzara

(indagine sul Premio Suzzara)

L'alcòva d'acciaio, 2011
"Acciaio CorTen"
210 × 300 × 160 cm
Vetreria Cristiano Bianchin, 2011
Cemento, acciaio, legno, installazione di Cristiano Bianchin
370 × 283 × 425 cm

2011, OGR Officine Grandi Riparazioni, Torino, ″Il futuro nelle mani. Artieri domani"

Caraglio line, 2010
Spot laser e alluminio
165 × 6 × 450 cm
Cristini Line, 2009
Spot laser e oggetti trovati nello studio di Ermanno Cristini a Varese
Dimensioni ambiente
Il Museo pesa, 2008
Affresco e cuscinetti a sfera su ex pesa pubblica di Crotta d'Adda
Monocromo bianco, 2005
"Olio su pietra serena"
210 × 300 × 180 cm
Home sweet home, 2004
Legno dipinto

Modello progettuale per l'opera in sostituzione della scultura Sfera grande di Arnaldo Pomodoro, incendiata e distrutta la notte del 31 dicembre 2001 ad opera di vandali.
Da realizzarsi in acciaio Cor-Ten 
440 × 480 × 480 cm

Superfetazione a camme, 2003
Legno e gomma
180 × 125 × 120 cm
Parassita funzionale, 2003
Acciaio zincato, cuscinetti a sfera e motore elettrico
Dimensione ambiente
Superfetazione a camme, 2003
Acciaio, legno, motore elettrico e acrilico
360 × 560 × 100 cm
Superfetazione a camme, 2001
Acciaio, legno, acrilico giallo cadmio medio
180 × 125 × 120 cm

Installazione "Superfetazione a camme" allo Spazio temporaneo dedicato all'Arte contemporanea del Ridotto del Teatro Manzoni di Monza.

Gallery Crossing, 2000
Acciaio, legno, acrilico bianco e attrezzatura da ufficio
85 × 600 × 250 cm

Gallery Crossing, esposizione dal 31 luglio al 30 settembre 2000 presso IASKA (International Art Space Kellerberrin - WA) 

Colonna Crepadona, 1999
Acciaio e legno
1600 × 180 × 120 cm
A Piero Manzoni, 1999
Acciaio zincato e cuscinetti a sfera
n. 4 elementi 90 × 35 × 90 cm in posizione simmetrica a distanza variabile
Subway, 1998
Lamiera di ferro e acrilico
200 × 90 × 90 cm

1998, Metropolitana Milanese, Passante Ferroviario e stazioni ferroviarie, Milano, ″Subway. Arte, fumetto, letteratura e teatro negli spazi della metropolitana del passante e delle stazioni ferroviarie″,

Nastro trasportatore, 1996
Acciaio inox, nastro in PVC e motori elettrici
29 × 18,5 × 780 cm

n.3 elementi ciascuno 253,3 x 18,5 x 29,0 cm

Rilievi, 1996
Fusioni in bronzo-alluminio
Leon, 1996
Lamiera zincata, legno e monumento con il leone di San Marco a Cittadella
Dimensione del monumento

Installazione a Cittadella, Padova

Visita guidata, 1994
Acciaio inox e alluminio
25 × 54 × 400 cm
Anello, 1994
Acciaio inox e cuscinetti a sfera
500 × 80 × 80 cm
L'Arte stanca, 1993
Acciaio inox e cuscinetti a sfera
60 × 3200 × 60 cm

IN FORMA, Centro per l'Arte Contemporanea Luigi Pecci, Prato
12 giugno - 9 settembre 1993 a cura di Ida Panicelli

A sostegno dell'Arte, 1992
Lamiera zincata e alluminio
n. 50 elementi 75 × 75 × 10 cm ciascuno
A sostegno dell'Arte II (Metropolis), 1991
Lamiera zincata imbiancata
n.6 elementi 600 × 70 × 90 cm ciascuno

Metropolis
Martin-Gropius-Bau, Berlino, 20 Aprile 1991- 21 Luglio 1991
A cura di Christos M. Joachimides e Norman Rosenthal

 

A sostegno dell'Arte I, 1990
Lamiera zincata imbiancata, alluminio e acciaio
300 × 70 × 61 cm ogni elemento
Half Ton, 1988
Alluminio, acciaio, acrilico bianco
220 × 200 × 300 cm

Installazione, Studio Marconi 17, Milano